23 Luglio 2022 ore 19:45

Balletto Civile

PAESAGGIO D’INTERNI

Piazzale esterno - Ex Vaccari

site specific

Il palco è la strada, la scena un interno, un tavolo e due sedie, come un’isola a cui approdare. Corpi a confronto in partiture ritmiche danzate. Due coppie ai margini e allo stesso tempo al centro del vortice contraddittorio della relazione in cui si trovano, due mondi agli opposti che si assomigliano più di quanto siamo pronti ad ammettere. La partitura coreografica è costruita sempre al limite tra gesto tecnico e azione agita, le relazioni tra i protagonisti si esplicitano attraverso una partita ad armi pari che ognuna delle due coppie gioca senza riserva, la prima disegna il proprio rapporto in relazione a una partitura sonora tratta dal film “Io e Annie” di Woody Allen, la seconda costruisce il proprio viaggio su un pezzo di Bjork. I poli opposti, dentro e fuori dalla coppia si avvicinano e si respingono dando origine a un oggetto scenico che riflette sui rapporti sentimentali, partendo dagli opposti per comprendere che nella diversità siamo accomunati da molti più dettagli di quelli che pensiamo, la nostra storia ne contiene altre cento. Un caleidoscopio di immagini a cui Balletto Civile si ispira per indagare la relazione emotiva tra uomini e donne: amanti, fratelli, nemici, simili e compagni. Gli interpreti cambiano postazione e la storia prosegue, in corpi e ruoli diversi. Per poi riunirsi in un carillon contemporaneo dove riconoscersi diventa inevitabile.

danzato e creato da Maurizio Camilli, Francesco Gabrielli, Emanuela Serra, Giulia Spattini produzione Balletto Civile

ACQUISTA ONLINE
Torna su