21 Luglio 2022 ore 21:30

blucinQue

GELSOMINA DREAMS

Piazza della Pace, Santo Stefano

Il lavoro trae ispirazione dagli aspetti più umani ed emotivi del mondo di Fellini, come la sua relazione con la moglie Giulietta Masina o la sua fascinazione per il mondo soprannaturale, tra amuleti e cartomanti. Lo spettatore viene così condotto per mano in una dimensione più profonda, inconscia, sospesa, a tratti spiazzante. Nelle parti testuali sono state utilizzate poesie di Louis Borges, portatrici di tematiche vicine all’universo felliniano: la finzione, il doppio, il sogno, quella “estetica attiva dei prismi, capace di forgiare un’estetica passiva degli specchi”, attraverso il ritmo e la metafora. Agli interpreti non viene chiesto il calco di una maschera, ma una reinterpretazione contemporanea e personale del sogno di una Gelsomina dell’oggi: femminile e maschile vengono fusi nella creazione di alter ego esposti a una lettura ambivalente e frutto di una sensibilità che li vede interscambiabili, fluidi, mobili.

direzione di Caterina Mochi Sismondi creazione e performance di Elisa Mutto, Alexandre Duarte, Federico Ceragioli, Vladimir Ježić, Michelangelo Merlanti e Ivan Ieri con la partecipazione di Nina Carola Stratta, Paolo Stratta light design Massimo Vesco musica originale, sound design e violoncello Beatrice Zanin musica originale, violino, tromba ed elettronica Nicolò Bottasso musiche Georges Serge Gainsbourg, Ivanovitch Gurdjieff, Casimir Oberfeld, Charles-Louis Pothier, Nino Rota, Albert Willemetz fonica Davide Boido costumi Federico Bregolato e Carla Carucci foto Andrea Macchia produzione blucinQue in co-produzione con Fondazione Cirko Vertigo testi d’ispirazione Poesie di Luis Borges immaginario d’ispirazione Il mondo cinematografico di Federico Fellini

ACQUISTA ONLINE
Torna su